Serata di poesia al CAM Ponte delle Gabelle Milano 16 aprile ore 21

 

Vi invitiamo a partecipare alla serata di poesia LA DIMORA DELLO SGUARDO con GIANCARLO STOCCORO, organizzata dall‘Associazione La Conta, che avrà luogo, con ingresso libero e gratuitolunedi’ 16 APRILE 2018 alle ore 21,00: al al CAM Ponte delle Gabelle, in Via San Marco, 45 a Milano.

GIANCARLO STOCCORO leggerà alcune delle sue più belle poesie, scritte nel corso del tempo. Sarà presente alla serata DONATELLA BISUTTI, poetessa, che presenterà ed interagirà con il poeta.

GIANCARLO è un poeta che “cammina in punta di piedi, che ascolta i sogni degli altri e che, ogni luogo che raggiunge, è un confine che non smette di interrogare il mondo”. Da non perdere!!

GIANCARLO STOCCORO – È nato a Milano ed è cresciuto a Como, ma vive a Spino, “nell’ultimo paese del cremasco attraversato dall’Adda, ai confini con la provincia di Lodi e la bassa milanese”.
Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Pavia, dove ha conseguito anche la specializzazione in Psichiatria, dopo aver lavorato per lunghi anni in ambito ospedaliero è attualmente libero professionista.
E’ psicoterapeuta e gruppoanalista, un paradigma di gruppo ad orientamento psicodinamico, derivato dal lavoro di W. Bion e S. H. Foulkes negli anni ’40 e da allora continuamente sviluppato.
Oltre all’attività clinica, si occupa di formazione e conduce incontri sulla relazione medico-paziente secondo la metodica dei Gruppi Balint. Ha pubblicato diversi lavori su riviste scientifiche tra cui R.I.G.A. (Rivista Italiana di Gruppoanalisi), Psichiatria Oggi, Psicoterapia e Scienze Umane e Occhio Clinico del Sole 24 ore. Alcuni articoli sono stati tradotti in lingua inglese, tedesca e spagnola.
Studioso di Georg Groddeck, ha curato l’edizione italiana della biografia: Georg Groddeck Una vita di W. Martynkewicz (Il Saggiatore,2005), il saggio Pierino Porcospino e l’analista selvaggio con inediti di Groddeck e di I. Bachmann e autori vari (ADV, 2016), Poeti e prosatori alla corte dell’Es con il contributo di D.Bisutti, F. Buffoni, M. De Angelis, A. Defilippi, M. G. Calandrone, L. Liberale, F. Loi, F. Mancinelli, U. Piersanti, F. Pusterla, G. Rosadini, F. Serràgnoli, M. Silvera, G. Tesio (AnimaMundi, 2017).
Come un novello Slavoj Zizek italiano, nel marzo 2012 ha pubblicato presso l’editore Giovanni Fioriti di Roma il saggio sul cinema e il Social Dreaming dal titoloOcchi del Sogno. Il Social Dreaming (sognare sociale/sognare insieme) è un metodo di derivazione socioanalitica che indaga l’inconscio collettivo a partire dalla  condivisione collettiva dei sogni scaturita dalla visione di un film.
Ha pubblicato diverse sillogi di poesia tra cui Il negozio degli affetti (Gattomerlino/Superstripes, 2014),  Parole a mio nome (Il Convivio editore, Premio Pietro Carrera, 2016) e l’ampia raccolta Consulente del buio 1983-2013(L’Erudita, 2017). Sono in stampa in questi giorni la plaquette Forme d’ombra, (Alla chiara fonte editore, Lugano 2018; Premio I colori dell’anima,Mondo fluttuante 2017) e la silloge La dimora dello sguardo (Fara editore, Premio Narrapoetando, 2018).
Di sè dice: “Cammino in punta di piedi, ascolto i sogni degli altri (dispensando farmaci quando serve) e soprattutto scrivo poesie”. E scrive: “Ogni luogo che raggiungo – è un confine – che non smette di interrogare – il mondo”.


laconta@interfree.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *