Ho scritto tanto

Ho scritto tanto per non lasciare senza immagini il desiderio (La dimora dello sguardo, raccolta inedita 2015-2017)

L’indolenza dei contorni

Abitare la frase consentendo alla parola di consumare l’oggetto fino a custodirne l’ombra al di là del giorno (Poesia tratta dalla silloge inedita “La dimora dello sguardo”, 2015-2017)

Non hanno scuse

Non hanno scuse invitano a gesti plateali le derive fragili del paesaggio luoghi assoluti sottratti alle radiografie ai parenti stretti alle memorie in epigrafe sui muri Fino a ieri contavano le appartenenze gli sguardi rubati dietro al cancello le ombre già prossime al sacrificio dei corpi quando la notte spezza le catene e si fa …