Poesie inedite di Leopoldo Attolico

 

NON BISOGNA

 

Non bisogna mai dire al poeta

quel che deve fare

quel che deve dire.

Vi guarderà senza vedervi

col piccolo stupore di un cicerone

che ha detto per una vita la lezione

e ha sempre fatto di pranzo e merenda

una comunione

con l’ultima ruga d’ombra nascosta

di una navata: la “sua” navata

effusiva e gelida;

tormentata da un’unghia d’angelo

che non è mai cresciuta

 

 

__________________

 

GIOCHI DI BIMBI

 

Ai bambini pieni d’occhi e di passi leggeri

si fa incontro la sera,

come una donna.

Ha nelle tasche ampie della gonna

il filo e l’ago della tarda età,

ma nelle mani

tese sopra i visi

tremano soltanto paradisi

di verde eternità

 

 

__________________

 

ACCORDO

 

Al ragazzetto stretto stretto all’altro

nel cortile dei baci

si fa corta la sera:

c’è la mamma che chiama

con voce greve

lontano dalla vista…

 

Nell’oro di un sorriso

di vela bianca che si stacca in dirittura

scabra purezza lancinante soffia

oltre un sembiante molle di sventura

 

In “Piccolo spacciatore”, 1964-1967

Cooperativa Editrice “Il Ventaglio”, Roma, 1987

 

Leopoldo Attolico, vive ed opera a Roma, ove è nato il 5 Marzo 1946.
Ha pubblicato, a partire dal 1987, sette titoli di poesia e quattro plaquettes in edizioni d’arte.
Dalla seconda metà degli anni ’80 si occupa di poesia performativa “antistress”, nutrita di leggerezza lessicale, giocosità, ironia/autoironia e senso del paradosso.
Nel 2018 le Edizioni Marco Saya hanno accolto la sua opera omnia “Si fa per dire”, Tutte le poesie, 1964-2016, Premio Speciale Camaiore Belluomini; Segnalazione Speciale “Una vita per la poesia”al Lorenzo Montano; Finalista al Città di Como .

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.