Poesie inedite di Raffaele Floris

 

LA MACCHINA DEL TEMPO

 

La macchina del tempo: un’occasione

che non vorrei per me, ma per i gelsi

custodi dell’autunno. È la finzione

degli anni, dei sentieri che non scelsi.

 

Sconfina la pianura, come sempre

succede. Lei che ha fame di radici,

di fossi:  non c’è chiusa che abbia tempre

gagliarde e polsi senza cicatrici.

 

Così nasce il dolore. Non c’è scampo

per gli argini al fragore della piena;

la nebbia, come sempre, in controcampo,

la resa, questa volta, sulla scena.

 

 

 

FILIGRANA

 

La camicetta a fiori, ritrovata

per caso nel cassetto, è scolorita

con gli anni, tra gli scampoli d’organza,

gomitoli, ciniglie, seta indiana.

 

Lo sai che penso? Forse è cominciata

così, con qualche accenno, l’infinita

voragine che assedia la tua stanza

e che riduce il tempo a filigrana.

 

L’anello con la perla coltivata

glielo darò, promesso. Quanta vita

c’è dentro quelle cose! La fragranza

rivive, di lavanda e di genziana.

 

 

 

UN PO’ DI TERRA, UN PO’ DI CIELO

 

C’era un silenzio strano quella sera

di marzo. Avrei dovuto conservarla,

quell’agendina: adesso potrei dirti

il giorno e l’ora. Il tuo vestito grigio,

 

le Camel sul cruscotto: tutto torna

nei sogni, qualche volta. Siamo stati

lontani, in una bolla temporale,

quasi ci fosse un solco: a cosa serve

 

la data di una sera? Cosa importa

dei sogni se la macchina del tempo

è solo un trucco? Lacrime ne abbiamo

ancora. E un po’ di terra, un po’ di cielo.

 

 

Raffaele Floris è nato a Pontecurone nel 1962, ove vive tuttora. Sue poesie sono apparse nella rivista La clessidra e nell’antologia Poesia Alessandrina (Novi Ligure, 1999). È incluso nell’Antologia della poesia in Piemonte e Valle d’Aosta (puntoacapo Editrice, Pasturana, 2012) e nell’Antologia della poesia in provincia di Alessandria (ivi, 2014); in vari  blog e riviste letterarie, tra cui: www.larecherche.it, www.ladimoradellosguardo.it, https://alfredorienzi.wordpress.com/.  Dal 2013 è membro della giuria del concorso G. Gozzano – A. Monti di Terzo (AL). Recentissima è invece la sua collaborazione con l’International Web Post con la rubrica PROPOSTE DI LETTURA e Rileggendo POESIA. Pubblicazioni: Il tempo è slavina, ed. Lo Faro (Roma,1991) – silloge poetica; L’ultima chiusa, ed. Joker (Novi Ligure, 2007) – silloge poetica; La croce di Malta, puntoacapo Ed. (Pasturana – AL, 2013) – romanzo breve; L’òm, l’aşi e ‘r pulóu, PiM ediz. 2016 – detti, proverbi e filastrocche in dialetto pontecuronese; Mattoni a vista, puntoacapo Ed. (Pasturana – AL, 2017) – silloge poetica; Senza margini d’azzurro, puntoacapo Ed. (Pasturana – AL, 2019) – silloge poetica. La prossima pubblicazione, da cui sono stati tratti questi inediti, avrà per titolo La macchina del tempo.

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.